Lettera dell’Accademia Americana dei Pediatri

0

29 agosto 2013

A Mignon L. Clyburn
Commissario incaricato
Federal Communications Commission
445 12th Street SW
Washington, DC 20054

Alla Dott.ssa Margaret A. Hamburg
Commissario della Food and Drug Administration
degli Stati Uniti
10903 New Hampshire Avenue
Silver Spring, MD 20993

Gentile Presidente Clyburn e Gentile Commissario Hamburg:

L’Accademica Americana dei Pediatri (AAP), una organizzazione professionale non-profit di 60.000 pediatri medici di base, medici generici e specialisti in chirurgia pediatrica impegnati per la salute, la sicurezza e il benessere di neonati, bambini, adolescenti e giovani adulti apprezza l’opportunità di commentare la proposta di legge “Rivalutazione dei Limiti e delle Politiche di Esposizione ai Campi Elettromagnetici di Radiofrequenza” pubblicata sul Federal Register il 4 giugno 2013.

Negli ultimi anni, diverse organizzazioni internazionali e americane scientifiche e di salute pubblica hanno contribuito al dibattito sulle radiazioni del telefono cellulare e sul loro possibile legame con il cancro. L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità delle Nazioni Unite, ha dichiarato nel giugno 2011 che il gruppo di frequenze che comprendono le emissioni della telefonia mobile è “possibile cancerogeno per gli esseri umani”. Il National Cancer Institute ha dichiarato che, anche se gli studi non hanno dimostrato definitivamente che l’energia delle radiofrequenze dei telefoni cellulari provoca il cancro, è necessaria più ricerca perché la tecnologia del telefono cellulare e l’uso del cellulare stanno cambiando rapidamente. Questi ed altri studi dimostrano chiaramente la necessità di ulteriori ricerche in questo campo e sottolineano l’importanza di rivalutare la politica attuale per determinare se protegge adeguatamente la salute umana. Quando gli standard saranno rivalutati, l’Accademica Americana dei Pediatri sollecita la FCC ad adottare degli standard di esposizione alle radiazioni che:

proteggano la salute e il benessere dei bambini. I bambini non sono piccoli adulti e sono colpiti in modo spropositato da tutte le esposizioni ambientali, incluse le radiazioni del telefono cellulare. Gli attuali standard della FCC non tengono conto della vulnerabilità specifica e dei modelli unici specifici per le donne in gravidanza e per i bambini. È essenziale che qualsiasi nuovo standard per i telefoni cellulari o per altri dispositivi di comunicazione senza fili tenga conto delle popolazioni più giovani e più vulnerabili al fine di garantire che siano salvaguardate per tutta la loro vita.
riflettano i modelli di consumo attuali. La FCC non ha rivalutato lo standard per le radiazioni del cellulare dal 1996. Quando sono stato fissati quegli standard, solo circa 44 milioni di persone possedevano dei cellulari, mentre oggi ci sono più di 300 milioni di cellulari in uso negli Stati Uniti. Non solo il numero di telefoni cellulari e di altri dispositivi mobili è salito alle stelle, ma anche il tipo di uso è cambiato. Il numero delle chiamate da cellulare al giorno, la durata di ogni chiamata e la quantità di tempo in cui la gente usa i cellulari è aumentato, mentre il cellulare e la tecnologia wireless ha subito modifiche sostanziali. Molti bambini, adolescenti e giovani adulti ora usano i cellulari come unica linea telefonica e si cominciano ad usare i telefoni senza fili in età molto più giovane. Le donne in gravidanza possono portare i loro telefoni per molte ore al giorno in una tasca vicino al loro utero. I bambini nati oggi subiranno l’esposizione a campi di radiofrequenza derivanti dall’uso del telefono cellulare per un periodo superiore rispetto agli adulti attuali, perché avranno iniziato ad utilizzare i telefoni cellulari ad un’età inferiore e ne saranno accompagnati per un periodo più lungo. I regolamenti della FCC dovrebbero riflettere su come le persone utilizzano oggi i loro telefoni.
forniscano una significativa divulgazione ai consumatori. La FCC ha notato che i consumatori non sono sufficientemente informati sul profilo dell’esposizione alle radiofrequenze dei singoli telefoni per consentire loro di fare acquisti consapevoli. Gli attuali metodi di valutazione per l’esposizione alla radiofrequenza a disposizione dei consumatori è il tasso di assorbimento specifico (SAR), che non è un’accurata metodica di effettiva esposizione. L’Accademica Americana dei Pediatri supporta la FCC in merito allo sviluppo di standard che forniscano ai consumatori le informazioni di cui hanno bisogno per fare delle scelte consapevoli nella selezione di acquisti dei telefoni mobili, e per aiutare i genitori a capire meglio i rischi potenziali per i loro figli. A tal fine, sosteniamo l’uso di parametri che siano specifici per l’esposizione a cui i bambini saranno sottoposti.

L’Accademica Americana dei Pediatri sostiene la rivalutazione degli standard per le radiazioni per i telefoni cellulari e altri prodotti senza fili e l’adozione di norme che siano di protezione per i bambini e riflettano i modelli d’uso attuali.
Se avete domande, si prega di contattare Chiara Filice all’Ufficio di Washington dell’Accademica Americana dei Pediatri allo 202 / 347-8600.

Cordiali saluti,
Thomas K. McInerny, MD FAAP
President
TKM/cf

Fonte originale: http://apps.fcc.gov/ecfs/document/view?id=7520941318
Traduzione di Francesca Romana Orlando per A.M.I.C.A.

Share.

Comments are closed.