Abitazioni per la Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

0

Stephen Coclette, BBEC, LEED AP
MCS America News, settembre 2008
http://www.mcs-america.org
Traduzione a cura di A.M.I.C.A.

Una casa sana è la parte più importante della guarigione dalla Sensibilità Chimica Multipla (MCS) e da altre patologie causate dall’ambiente. L’abitazione è, tuttavia, la necessità meno sostenuta da parte del settore medico e, così, molti restano con il dubbio su cosa serva a rendere la propria casa più sicura a proprie spese. Le informazioni al riguardo sono state sempre poche e non facilmente accessibili.

Chi ha la MCS da molti anni sa che la reperibilità di materiali “sani” era terribilmente difficile in passato e ora sta migliorando lentamente, ma non è ancora facile come entrare in un negozio e scegliere i prodotti più sani disponibili. Possiamo, tuttavia, ringraziare l’industria dell’edilizia e la loro adozione delle linee guida della bioedilizia per contribuire alla diffusione di materiali più sani. Le linee guida della bioedilizia contribuiscono a definire le basi dell’architettura “verde” e uno dei suoi requisiti è tenere bassi i composti organici volatili (VOC) e usare materiali sani con un basso sgasamento. 

Questo ha portato, per esempio, ad una rivoluzione nel settore delle vernici. Due anni fa avrei potuto citare appena un paio di vernici con bassi o senza VOC . Oggi quasi ogni azienda ha una linea di vernici con bassi VOC. Questo cambiamento si deve solo alla richiesta proveniente da consumatori più consapevoli. Il boom commerciale della bioedilizia riguarda anche il settore residenziale e, perciò, i prodotti della bioedilizia raggiungono un mercato più ampio. Questo non avviene abbastanza in fretta per le numerose persone con sensibilità ambientali e gli stessi costruttori potrebbero avere bisogno di diversi mesi di addestramento per essere abbastanza competenti da usare certi prodotti.

Alcuni costruttori “salgono sul carro” e apprendono sempre di più su questo mercato che considerano una nicchia, mentre tutti hanno in mente la bioedilizia. I bioarchitetti come me hanno aiutato le persone per anni. La bioedilizia viene dalla scuola tedesca che considera l’ambiente costruito e il suo impatto sulla salute delle persone. Ci sono bioarchitetti in tutto il Nord America che aiutano le persone a costruire le loro case più sane. I bioarchitetti guardano all’aspetto relativo alla salute dell’edilizia, all’impatto sull’ambiente e possono aiutare a trovare i materiali.

Le numerose persone per cui ho lavorato di solito sanno cosa possono o non possono tollerare. Di solito hanno già un elenco ed è solo questione di trovare dei prodotti che non contengono quegli ingredienti. Talvolta è più difficile e serve uno sforzo maggiore. Le persone con MCS oggi possono, a seconda della gravità del loro stato, fare ricerche su Internet e trovare più rivenditori di materiali per la bioedilizia.

Nei negozi online c’è più scelta e la percentuale di successo è maggiore. Molti di questi negozi online offrono delle newsletter con le quali si conoscono i nuovi prodotti. Di solito mettono i link ai fogli di sicurezza dei materiali, permettono di acquistare dei campioni di materiale (…).

Queste sono le preoccupazioni principali da considerare per le abitazioni di persone con MCS e questi sono gli aspetti da comprendere se si cerca di creare un ambiente sano:

Esterni

  • Niente pesticidi.
  • Niente fertilizzanti.
  • Niente tagliaerba a gas.
  • Nessuna struttura con tetto gonfiabile.

Ingresso

  • Vestibolo, le scarpe vanno tolte prima di entrare in casa.
  • Posto per appendere fuori i vestiti soprattutto se contaminati.

Cucina

  • Elettrodomestici elettrici senza gas.
  • Ventilazione forzata verso l’esterno.
  • No microonde.
  • Minimo legno pressato e, in caso, coibentato con coibentante sicuro.
  • Nessun danno da perdite d’acqua sotto al lavandino.
  • I buchi nelle pareti per le tubazioni vanno sigillati.
  • Le apparecchiature vecchie, sgassate, sono di solito meglio di quelle nuove.
  • I contenitori migliori sono quelli di vetro.

Pavimenti

  • Superfici solide, ideale il legno vecchio massello, linoleum nuovo, cocco o altro Eco Logo, pavimenti finiti con vernice con pochi VOC o senza.
  • No moquette.
  • Aspiratore HEPA o aspiratore centrale che ventila verso l’esterno o è filtrato con filtri HEPA.

Pareti

  • Finiture che siano senza o con bassi VOC.
  • Giunture di interni, esterni e pavimenti coibentate e sigillate per prevenire il flusso dell’aria nell’area di soggiorno.

Riscaldamento e raffreddamento

  • L’ideale sarebbe un sistema centralizzato con filtri ai carboni ed HEPA.
  • Negli spazi affittati sono indispensabili filtri dell’aria HEPA in ogni stanza.
  • I filtri devono essere controllati e cambiati regolarmente.
  • Il riscaldamento elettrico è da preferire a quello a gas.
  • I condotti devono essere puliti senza sostanze chimiche.
  • È possibile che sia indispensabile pulire alcuni condotti con detergenti sicuri.
  • L’aria forzata è la meno preferibile, mentre il calore radiante è l’ideale.

Animali domestici

  • Di solito è impossibile tenerli.

Filtri per l’acqua

  • I filtri ideali per l’acqua sono ad osmosi inversa con raggi UV o a distillazione.
  • Per alcuni può essere accettabile una purificazione con i filtri ai carboni.
  • L’acqua del rubinetto va testata per la presenza di eventuali contaminazioni.
  • Le unità di filtraggio devono essere cambiate regolarmente.
  • I filtri per le docce in città sono l’ideale.

Campi elettromagnetici

  • Serve l’accesso al pannello elettrico per poter staccare la corrente, se necessario.
  • È incredibilmente utile un pannello con un’appropriata etichettatura.
  • Salvavita di qualità su tutte le apparecchiature.
  • Si possono installare interruttori che escludono parti del circuito elettrico per controllare lo spazio dal pannello di controllo centrale.

Stephen Collette, certificato come Consulente del Building Biology Environmental (BBEC), è professionista accreditato del Leadership in Energy and Environmental Design (LEED AP) e proprietario di http://www.yourhealthyhouse.ca di Lakefield, ON (tel.705.652.5159).

Share.

Leave A Reply