Il Consiglio Regionale della Calabria approva ODG per il riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla

0

On. GIUSEPPE CAPUTO – PRESIDENTE I COMMISSIONE REGIONALE AFFARI ISTITUZIONALI  

COMUNICATO STAMPA N.18 – 30 OTTOBRE 2012

INTOLLERANZA A SOSTANZE CHIMICHE,TUTELARE PAZIENTI ODG CAPUTO APPROVATO DA CONSIGLIO REGIONALE RICONOSCERE LA MCS COME MALATTIA RARA

REGGIO CALABRIA, Martedì 30 Ottobre 2012 – Sensibilità Chimica Multipla (MCS), notizie utili per i pazienti affetti dalla patologia che rende intolleranti alle sostanze chimiche: il Consiglio Regionale ha approvato l’ordine del giorno promosso dal Presidente della I Commissione Affari Istituzionali e Generali On. Giuseppe CAPUTO. Che impegna la Giunta a riconoscere la malattia come rara. L’obiettivo è ridurre i disagi dovuti alle spese esose per l’acquisto dei farmaci difficili da trovare. L’auspicio, sottolineato da CAPUTO, è quello che si possa evitare, con la realizzazione di un centro ad hoc, la gravosa emigrazione sanitaria.

Riconoscere lo status di “malattia rara” alla sensibilità chimica multipla” (MCS); istituire un Centro di Riferimento Regionale al fine di garantire la tempestiva diagnosi della malattia; istruire le unità di pronto soccorso al fine di adottare il protocollo di accoglienza e di pronto soccorso per garantire i Livelli di Assistenza anche a chi è affetto da MCS; prevedere misure di sostegno per la realizzazione di prestazioni e servizi assistenziali a favore dei soggetti affetti da MCS. Sono, questi, i punti, attraverso i quali la Giunta Regionale è stata impegnata dal Consiglio Regionale che, riunitosi ieri (LUNEDÌ 29 OTTOBRE), ha approvato l’ordine del giorno a firma CAPUTO.

COS’È LA SINDROME DA SENSIBILITÀ CHIMICA MULTIPLA.

Il Multiple Chemical Sensitivity (MCS), secondo la definizione che ne dà il National Institute of Environmental Health Sciences statunitense, è una patologia che si manifesta con una progressiva e crescente intolleranza nei confronti di sostanze chimiche di varia origine, soprattutto se volatili. Colpisce diverse persone, anche in Calabria, ed è causa di moltissime patologie disabilitanti che interessano vari sistemi fisiologici. La MCS è irreversibile, progressiva e non esiste, al momento, una cura per il ritorno allo stato originario di tolleranza. Le cause di questa malattia sono tuttora sconosciute e la comunità medica sta conducendo diverse ricerche sulle cause e sui possibili strumenti a disposizione per la diagnosi certa della patologia.

Ad oggi, il sistema sanitario nazionale non prevede alcuna forma di riconoscimento e non esistono per essa adeguati protocolli clinico-assistenziali.

In Italia solo tre amministrazioni regionali hanno riconosciuto la MCS come malattia rara: Abruzzo, Emilia Romagna e Lazio. Il Lazio ha emesso linee-guida per il trattamento di pazienti affetti da MCS e ne ha previsto un Centro di Riferimento. Tale centro (verso il quale si dirigono oggi i pazienti dalla Calabria) è stato istituito presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medica del Policlinico Umberto I di Roma ed è diretto dal Prof. Giuseppe GENOVESI. La Regione Emilia Romagna ha istituito un ambulatorio presso l’Azienda ospedaliero-universitaria di Bologna che garantisce l’accoglienza, la diagnosi differenziale e la cura dei pazienti che presentano sintomi di intolleranza a sostanze chimiche, nel rispetto delle necessarie forme di sicurezza e di garanzia scientifica.

Nella Rete Regionale per la prevenzione, la sorveglianza, la diagnosi e la terapia delle Malattie Rare aggiornata a febbraio 2012 – è questo l’impegno al quale sarà chiamata la Giunta – potrebbe essere inserita, dunque, anche quella relativa alla Sensibilità Chimica Multipla (MCS).

Segreteria Politica: Via Malpighi, 18 – ROSSANO (CS) – Tel/Fax 0983/530366
giuseppe.caputo@consrc.itufficiostampa@giuseppecaputo.it

Share.

Leave A Reply