Il Québec deve riconoscere le Sensibilità Ambientali

0

Traduzione di Francesca Romana Orlando per A.M.I.C.A.

L’Associazione per la Salute Ambientale del Québec (ASEQ-EHAQ) ha chiesto al Ministro della Sanità e dei Servizi Sociali di dichiarare maggio “Mese della consapevolezza e formazione sulle Sensibilità Ambientali in Québec e di dichiarare il 12 Maggio “Giorno delle Sensibilità Ambientali”. L’Associazione, presente il 22 Settembre 2011 a Montreal all’Assemblea Nazionale del Quebec per una giornata di consapevolezza in cui Pierre Marsan ha letto una petizione sulla Sensibilità Ambientale, ha denunciato che a 200,000 cittadini del Québec sono negati i servizi disponibili in altre province del Canada.Ci sono più abitanti in Quebec malati di Sensibilità Ambientaleche non di molte altre patologie più note quali il morbo di Parkinson, la Sclerosi Multipla, l’Alzheimer e l’HIV/AIDS. Tutte queste condizioni sono commemorate con un giorno e/o mese di consapevolezza.
In Quebec, nonostante l’alto numero di persone con diagnosi di Sensibilità Ambientale, non sono previsti servizi sanitari e sociali adeguati per aiutare le persone con questa condizione. Molti, già disabili, sono abbandonati a se stessi e spesso cercano un trattamento a proprie spese in Ontario e Nuova Scozia. Questo è devastante dal punto di vista finanziario per il paziente che è spesso ridotto in povertà a causa della sua inabilità lavorativa.
Sia in Ontario che in Nuova Scozia ci sono cliniche finanziate dai rispettivi governi provinciali. Il Québec dovrebbe almeno seguire questi standard e sforzarsi di migliorarli in modo da raggiungere il livello di assistenza offerta in paesi come la Germania, il Giappone e l’Austria che forniscono servizi di assistenza, supporto, sanitario e sociale alle persone che soffrono di questa patologia.
Secondo i membri dell’Associazione la negazione della condizione di malato di Sensibilità Ambientalein tutto il Quebec, si traduce in una negazione dei diritti umani fondamentali per i pazienti. Questi sono sottoposti a discriminazione sul lavoro e nei luoghi pubblici, e sono vulnerabili a causa della mancanza di un’adeguata assistenza sanitaria e di servizi di supporto. Questa negazione produce, inoltre, una mancanza di sostegno da parte della famiglia e della comunità, lasciando la persona sensibile  in uno stato di abbandono e di sopraffazione. Tuttavia, la Canadian Human Rights Commission, 2007, riconosce la Sensibilità Ambientalecome una disabilità ‘Come altri portatori di handicap, quelli con Sensibilità Ambientale sono tenuti per legge a essere assistiti”.
D’altra parte, la diagnosi e il trattamento tempestivo e corretto può portare a risultati migliori. Secondo uno studio (1) del Centro per la Salute Ambientale della Nuova Scozia (NSEHC) l’uso dei servizi di assistenza sanitaria da parte di pazienti con diagnosi riferita di Sensibilità Ambientale era quasi il doppio della media provinciale, ma è diminuito fino alla normalità dopo il trattamento presso il Centro NSEHC, che utilizza un approccio medico multidisciplinare. Fornire cure mediche tempestive ed appropriate per i pazienti con Sensibilità Ambientali si traduce in un risparmio in termini economici e di salute.
L’Associazione dei Medici di Famiglia dell’Ontario ha pubblicato sul proprio sito  la “Lista del controllo diagnostico” e “La Storia delle Esposizioni Chimiche”, due strumenti utili per effettuare delle diagnosi tempestive.

Fonte: http://www.aseq-ehaq.ca/ma_es/es.php

(1) Fox RA, Joffres MR, Sampalli T, Casey J. The impact of a multidisciplinary, holistic approach to management of patients diagnosed with multiple chemical sensitivity on health care utilization costs: An observational study, The Journal of Alternative and Complementary Medicine, 2007; 13(2):223-9

Share.

Comments are closed.