Moglie arrestata per assalto con il profumo

0
Our Toxic Times, giugno 2003, pubblicazione del Chemical Injury Information Network – http://www.ciin.org
Traduzione di Donatella Stocchi

Lynda Taylor è stata arrestata l’8 maggio 2003 con l’accusa di aver tentato di danneggiare seriamente il consorte, David Taylor. Lei è stata formalmente accusata d’aggressione aggravata mettendosi il profumo, usando candele profumate, insetticidi spray, disinfettante Lysol, deodoranti dell’aria e sacchetti profumati di lavanda in ogni parte della casa. David Taylor ha detto che le fragranze del profumo, delle candele, dei deodoranti profumati dell’aria e  dei sacchetti profumati gli causavano la perdita dei sensi e lo facevano cadere in uno stordimento che lo lasciava persino troppo debole per richiedere aiuto. Per giunta, lui ha riferito che lei spruzzava la casa con un’ammazza insetti e Lysol. David Taylor è invalido a causa dell’intolleranza chimica e di altri problemi medici che sono il risultato dell’esposizione a muffe tossiche e a pericolose sostanze chimiche sul lavoro come agente immobiliare professionale che lavorava per l’Ufficio Provinciale delle Stime della Proprietà della Contea.
Il signor Taylor ha riferito che sua moglie esigeva metà del suo risarcimento come lavoratore, pari a $150.000, e la loro casa come accordo per il divorzio; quando il Sig. Taylor ha rifiutato, la moglie è diventata ostile ed ha iniziato con gli “attacchi profumati”.
Il Complesso degli edifici del Tribunale della Contea di Martin aveva solo un anno quando Taylor aveva iniziato a lavorare là. “In quel luogo c’erano già i segnali di un problema – racconta Taylor – Una costruzione scadente e un sistema dell’Aria Condizionata mal progettato avevano permesso agli edifici di saturarsi di muffe, alcune mortali. Nel giro di 4 anni il complesso dovette essere completamente evacuato, ma alcuni mesi prima, mentre la Contea dichiarava ancora che non c’era alcun problema, aveva appaltato la ripulitura dei condotti e dei tubi del sistema di ventilazione e di condizionamento. Questo è stato fatto con sostanze chimiche molto forti mentre noi, i dipendenti, sostavamo nell’edificio. E’ stato l’evento decisivo. Io ero indebolito e questo avvenimento mi ha spinto oltre il baratro. Quasi il 20% delle persone con cui avevo lavorato in quel periodo sono morte per “cancro”.
Da quando la signora Taylor è stata arrestata, il signor Taylor è apparso sul Good Morning America, Inside Edition, e alla CNN è stato intervistato dal People Magazine, The Associated Press e da altri notiziari. L’articolo dell’Associated Press è stato diffuso in tutto il paese e, grazie al Sig. Taylor, il Chemical Injury Information Network è stato citato come un riferimento. Mentre non tutti i giornali  che hanno riportato la storia, hanno citato CIIN come riferimento, il sito Web di CIIN, ciin.org ha avuto 13.830 contatti quel giorno quando normalmente ne ha circa 1.100 al giorno.
Il signor Taylor, un membro di CIIN, aveva consultato Cynthia Wilson, Direttore Esecutivo di CIIN, per usare la sua controversia per promuovere positivamente la MCS. Essi hanno anche discusso su come proteggere sia la dignità che la credibilità  del Sig. Taylor. Alla conclusione dell’ondata d’interviste, il Sig. Taylor ha dichiarato: “Mi sento soddisfatto di essere stato in grado di spiegare che cosa è la MCS e che il caso ha implicato molto di più di una esposizione al profumo. Alcuni media hanno prodotto documenti buoni, ma io ho fatto il meglio che potevo. Anche il mio medico, Dott. Albert F. Robbins di Boca Raton, Florida, è stato un vero supporto ed ha partecipato nell’intervista di “People Magazine”. A richiesta del Sig. Taylor, CIIN ha inviato pacchi di materiale sulla tossicità del profumo all’avvocato che ricorreva in giudizio per aiutare a documentare la gravità dell’assalto subito da Taylor.
Pubblicato con il permesso dell’editore
Share.

Leave A Reply