Pregi e difetti del parquet

0

Intervista di A.M.I.C.A. ad Antonio Politi

Tecnico della prevenzione degli ambienti di vita e di lavoro A USL BO – Unità Operativa Rischio Ambientale

Negli ultimi anni è esplosa anche in Italia la moda del pavimento in parquet anche nelle regioni più calde.

I parquet possono causare problemi per la salute dei cittadini?

Parquet male realizzati possono certamente costituire fonte di “inquinamento indoor” e, quindi, costituire pregiudizio per la salute delle persone che abitano in ambienti chiusi, ove questi sono installati.
Da un punto di vista di tutela della salute i principali rischi per i cittadini sono dovuti da:

  • scarsa qualità del legname utilizzato (in particolare legname inquinato da agenti chimici, fisici o biologici);
  • inquinanti presenti nelle colle utilizzate per la posa (specie se la posa è stata eseguita in modo scorretto);
  • inquinanti presenti nelle vernici utilizzate per il trattamento dei parquet (specie se la stesura è avvenuta in modo scorretto).

Le colle ed i solventi utilizzati per la posa ed il trattamento possono infatti contenere “composti organici volatili” nocivi per la salute umana. Una menzione anche per i prodotti per pulizia dei parquet che possono anch’essi contenere sostanze nocive per l’uomo.E’ fondamentale, quindi, avvalersi della collaborazione di aziende di provata serietà, sia per quanto riguarda la fornitura dei materiali sia per quanto riguarda la posa in opera del parquet.

Quali sono le caratteristiche da valutare quando si sceglie un parquet?

Visto quanto detto sopra è opportuno scegliere il tipo di parquet da installare consultando un bravo tecnico del settore, che sappia consigliare l’acquirente in merito al tipo di parquet da installare ed ai trattamenti da eseguire sullo stesso.
In genere alcuni parametri da valutare per la scelta di un parquet sono:

  • l’uso previsto del locale;
  • il tipo di fondo su cui installare il parquet;
  • il prevedibile livello di usura;
  • le esigenze di pulizia e manutenzione.

Il tecnico ci aiuterà a scegliere il tipo migliore di parquet anche in relazione alle esigenze di tutela della salute degli occupanti dei locali.
Oggi, non dimentichiamolo, sono presenti in commercio prodotti per il trattamento di “tipo ecologico”.

E che dire del legname proveniente dall’estero in generale?

Sono numerosi i parquet realizzati con legnami importati da paesi extracomunitari ove le attenzioni verso la salute dell’uomo e dell’ambiente sono talvolta insufficienti. Se il legname è stato trattato in modo scorretto (ad esempio trattato pesantemente con prodotti fitosanitari per evitare danni in fase di coltivazione e/o trasporto) è indubbio che possano sussistere problemi di tutela della salute pubblica.

Altro grave problema può essere causato se i legnami sono prelevati da zone pericolose (e quindi inquinati alla fonte da agenti biologici). Purtroppo, infatti, in paesi del terzo mondo le normative di tutela della salute pubblica sono insufficienti.

L’unico strumento di difesa che abbiamo è quello di rivolgerci a rivenditori seri, in grado di garantire la massima salubrità e qualità dei loro prodotti sia per quanto attiene la zona di taglio, le modalità di conservazione, trasporto e lavorazione finale. Chiedere pertanto sempre al rivenditore garanzie sulla qualità del prodotto acquistato.

E’ vero che alcuni legni russi potrebbero essere contaminati dalla nube di Chernobyl ed essere radioattivi?

Le sorgenti radioattive possono certamente contaminare anche il legname. Ma è vero anche che la radioattività può essere rilevata da esperti in fisica. Ribadiamo il concetto: non lesinare sulla qualità dei materiali ed esigere dal rivenditore le massime garanzie sulla salubrità dei materiali acquistati.

I prodotti per la lucidatura del parquet hanno quasi sempre un odore acre e molto fastidioso, è possibile che alcune di queste sostanze causino problemi alla salute?

Il parquet deve essere incollato alle superfici ove viene appoggiato e, successivamente, necessita di essere trattato con agenti chimici atti a esaltarne le qualità ed a ridurre i problemi di usura e graffiatura. Molti prodotti contengono composti organici volatili che possono essere pericolosi per i cittadini. E’ bene chiedere all’installatore informazioni sui prodotti utilizzati, scegliendo, insieme ad un valido tecnico il prodotto meno pericoloso possibile (oggi sono in commercio anche prodotti ecologici a base acquosa che, ove possibile tecnicamente, sono a mio avviso da preferire). Ma è di fondamentale importanza che l’addetto alla posa ed al trattamento sia una persona di provata professionalità.

Errori nella scelta, miscelazione, stesura e essiccazione dei prodotti possono essere fonte di gravi danni. La stesura di un parquet non può essere fatta da “improvvisati” se ci teniamo alla nostra salute.

Cosa bisogna cercare sull’etichetta dei prodotti per accertarsi che non diano problemi soprattutto in casi di utilizzo in ambienti dove soggiornano bambini, soggetti asmatici o malati?

Le etichette dei prodotti utilizzate per i trattamenti dei parquet (compresi i prodotti di pulizia) devono obbligatoriamente contenere tutte le informazioni finalizzate a tutelare la salute dei lavoratori e dei cittadini.

Verificare pertanto attentamente tutte le indicazioni di pericolo e sicurezza apposte dal fabbricante e, in caso di dubbio, chiedere chiarimenti al fabbricante o alle A USL.

E’ bene pertanto chiedere alla ditta incaricata del lavoro di posa di visionare i prodotti utilizzati e, se possibile, consultando un tecnico, scegliere il prodotto meno pericoloso possibile. E’ bene poi che l’azienda incaricata dei trattamenti segua le indicazioni dell’etichetta per quanto attiene in merito a:

  • modalità di stesura del prodotto;
  • miscelazione corretta del prodotto;
  • tempi di essiccazione completa;
  • condizioni micro climatiche ideali (temperatura e umidità) per la stesura.

Importante poi definire quando poter occupare i locali. Se l’aria, nonostante il rispetto dei tempi di essiccazione, si presenta irrespirabile è bene non occupare i locali e chiedere immediate spiegazioni al fornitore.

In conclusione, pertanto, per tutelare la salute dei cittadini che devono occupare locali ove sono installati parquet consigliamo di:

  • acquistare parquet da ditte che sono in grado di garantire la massima qualità e salubrità dei loro prodotti;
  • fare installare il parquet da ditte specializzate che siano in grado di operare seguendo le dovute norme di “buona tecnica” finalizzate a ridurre i rischi di inquinamento da composti organici volatili;
  • occupare i locali solo dopo che si è accertata la qualità dell’aria;
  • leggere attentamente le etichette dei prodotti per la pulizia e rispettare le indicazioni del fabbricante;
  • prediligere (ove tecnicamente possibile) l’uso di prodotti per il trattamento e la pulizia ecologici.
Share.

Leave A Reply