“Sensibile”: il documentario sulle malattie ambientali cerca fondi

0

E’ stata aperta una raccolta fondi sul sito Eppela (https://www.eppela.com/it/projects/9946-sensibile-documentario-su-mcs-e-ehs) per sostenere le spese di post-produzione per “Sensibile”, il primo documentario italiano sulla Sensibilità Chimica Multipla (MCS) e sulla Elettrosensibilità per la regia di Alessandro Quadretti. “Lo scopo principale di tutta l’operazione è dare risonanza ad una vera e propria emergenza sociosanitaria”, dichiara Quadretti, docente di storia e linguaggio del cinema. “Vogliamo creare una rete intorno al film che possa dimostrarsi utile per la sua promozione e le rivendicazioni dei malati che si vedono negato il diritto ad una assistenza sanitaria”.

I sintomi dell’Elettrosensibilità sono scatenati dai campi elettromagnetici che ormai sono ubiquitari, come cellulari, antenne e Wi-Fi, mentre i malati di Sensibilità Chimica Multipla, risentono delle sostanze chimiche presenti nei prodotti d’uso comune (dai farmaci ai profumi, compresi vestiario e cibi trattati, industrialmente raffinati).


“Il nostro documentario racconta le storie di chi soffre e di chi cura, di chi ha dovuto reinventare e riorganizzare la sua vita, affrontando i cambiamenti della malattia. Abbiamo viaggiato per sette mesi e il film rappresenta una realtà variegata che copre il paese dal Trentino al Salento, passando per Piemonte, Lombardia, Friuli, Veneto, Liguria, Lazio e Campania”, continua Quadretti. “Non si tratta di un’inchiesta: la narrazione e il tipo di immagini sono legate ad un approccio cinematografico ed emozionale. E vuole evidenziare, oltre la retorica e i facili slogan, che le malattie ambientali sono un problema di tutti. Perché un ambiente malsano, aggressivo e inospitale sarà sempre una minaccia, anche per chi ora non è malato”.


Maurizio Martucci

Share.

Comments are closed.