Telefonia mobile, Wi-Fi e Wi-Max: il convegno di A.M.I.C.A. premiato dal Presidente della Repubblica e dal Presidente della Camera dei Deputati

0

Comunicato Stampa – Roma, 13 giugno 2011

Domani, 14 giugno 2011 si terrà alla Sala delle Conferenze di Palazzo Marini – Camera dei Deputati, in Via del Pozzetto, 158 – Roma (P.zza San Silvestro), il convegno internazionale “Telefonia mobile, Wi-Fi e Wi-Max: un pericolo per la salute?” organizzato dall’Associazione Malattie da Intossicazione Cronica e/o Ambientale (A.M.I.C.A.) con il sostegno dell’On. Pierfelice Zazzera, che di recente ha presentato un’interpellanza sui decreti attuativi della legge quadro sull’elettrosmog (L. 36/2001), che quest’anno compie dieci anni.

Il convegno ha appena ricevuto un premio dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e un premio dal Presidente della Camera dei Deputati On. Gianfranco Fini. “Si tratta di un grande onore per la nostra associazione e speriamo, con questo convegno, di promuovere una maggiore consapevolezza nell’opinione pubblica, soprattutto nei medici e negli esperti di tutela ambientale, riguardo i rischi legati alle comunicazioni senza fili”, commenta Silvia Bigeschi, Vice Presidente di A.M.I.C.A.. “Il tema è di grande attualità: a fine maggio, infatti, la IARC ha classificato la radiazione da radiofrequenza dei dispositivi mobili come ‘possibili cancerogeni0’ e l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (PACE) ha approvato un’importantissima risoluzione per chiedere ai governi europei di ‘prendere misure ragionevoli’ per ridurre l’esposizione ai campi elettromagnetici, soprattutto dalle radiofrequenze della telefonia mobile e ‘soprattutto l’esposizione dei bambini e dei giovani che sembrano essere più vulnerabili ai rischi di tumore’.”

“E’ evidente – commenta Francesca Romana Orlando, Vice Presidente di A.M.I.C.A. – che è finito l’entusiasmo cieco nei confronti della tecnologia per le comunicazioni wireless che ha segnato gli ultimi anni ed è arrivato il momento di approvare nuove regole per proteggere la salute pubblica, soprattutto dei bambini e della popolazione iper-sensibile ai campi elettromagnetici. Al momento chi è affetto da elettrosensibilità in Italia, infatti, è lasciato solo a se stesso senza alcun sostegno per un alloggio sicuro e strategia di tutela del diritto allo studio e al lavoro, una condizione inaccettabile che viola le leggi delle Nazioni Unite sulle disabilità funzionali e le leggi nazionali sulla disabilità.”

Il programma completo del Convegno è sul sito http://www.infoamica.it

Share.

Leave A Reply