Centro Nazionale per la Fibromialgia e la CFS

0

Comunicato Stampa – Belluno, 5 ottobre 2009.

Il primo centro nazionale di riferimento per la Fibromialgia e l’encefalomielite mialgica sarà inaugurato venerdì prossimo, 9 ottobre, presso l’Istituto di Reumatologia dell’ospedale Borgo Trento di Verona. L’annuncio viene dato dalla fondatrice e presidente dell’ Anfisc, Associazione nazionale Fibromialgia e Stanchezza Cronica, Rosita Romor. Dopo due anni d’impegno il traguardo è stato raggiunto – afferma Rosita Romor – l’associazione da sempre ha avuto l’obbiettivo di aprire un centro di riferimento che si occupi delle due patologie, la fibromialgia (FM) e l’encefalomielite mialgica (CFS, sindrome da stanchezza cronica) ed oggi possiamo dire che ce l’abbiamo fatta”.

L’ambulatorio si occuperà delle due patologie a 360°, quindi studi e ricerche, monitoraggio e cure. Direttore del centro, presso l’ospedale veronese di Borgo Trento, è il professor Silvano Adami, mentre l’attività ambulatoriale si svolgerà a Valeggio sul Mincio, a 20 minuti dalla stazione ferroviaria Porta Nuova di Verona.

Responsabile degli ambulatori Anfisc-Onlus, è la dottoressa Irma Lippolis. Il centro sarà attivo a partire da venerdì prossimo 9 ottobre, con orario dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 15. Le visite ai pazienti con queste malattie saranno effettuate in regime istituzionale, nell’impegnativa specificare visita reumatologica per fibromialgia, per le prenotazioni bisogna contattare il numero telefonico 045 6338565. L’accesso agli ambulatori è molto semplice. La stazione ferroviaria più vicina è Peschiera, ma è raggiungibile anche da Verona in treno, immediatamente a destra dell’uscita della stazione di Porta Nuova è possibile usufruire dei pullman che portano direttamente al Centro.

Oltre al nuovo centro di riferimento, L’Anfisc annuncia nuove importanti iniziative. La neo vice presidente dell’associazione e scrittrice, Sheyla Bobba, si fa portatrice delle voci dei malati attraverso un libro “La bestia sta nel corpo dell’angelo” (Arduino Sacco editore).

Si tratta del primo libro italiano, scritto da una malata, su queste patologie. “Uno strumento importante – dice la presidente dell’Anfisc Rosita Romor. – per chi come noi soffre del dolore cronico e che oltre ai molti problemi fisici causati dalla Fibromialgia o dalla Cfs, la Stanchezza cronica, si scontra ogni giorno con una società che non ci riconosce, ma ci addita come malati psichici. Appena letto il libro, ho deciso di sostenere Sheyla. In questo modo vogliamo essere vicine a tutti quelli che soffrono di queste patologie, sia moralmente che, sopratutto, con azioni di ricerca e terapie che saranno appunto fornite dal nuovo ambulatorio, primo di una lunga serie”. Sono infatti in programma altri centri che andranno a sostenere i malati di tutta Italia e a studiare il più a fondo due patologie che sono ancora oggi poco note e trattate.

Per ogni informazione è possibile contattare telefonicamente l’ Anfisc Onlus allo 0437 471103, tutti i mercoledì dalle 15 alle 18.30. Nei giorni feriali, sempre dalle 15 alle 18.30, è si può chiamare lo 348 6992878 o il 392 6136221, oppure inviare una email a info@anfisc.it. Maggiori informazioni sul sito dell’associazionehttp://www.anfisc.it

Share.

Leave A Reply