Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email

Sentenza: il tumore al cervello è colpa del cellulare

16 dicembre 2009 – Il giudice del Tribunale di Brescia riconosce il danno professionale

Un cinquantenne di Brescia si era ammalato di un tumore benigno al trigemino a sinistra. Attraverso dverse operazioni era riuscito a salvarsi, ma riportando un’invalidità permanente. Si è rivolto così al Tribunale per avere il riconoscimeno di danno professionale visto che, lavorando come responsabile dei rapporti con i clienti, aveva usato per anni il cellulare proprio sul lato sinistro mentre scriveva con la mano destra. A fare da consulenti di parte erano stati il Dr. Giuseppe Grasso, neurochirurgo di Brescia e il Prof. Angelo Levis, esperto di mutagenesi ambientale e fondatore dell’Associazione Padovana per la Difesa dai Campi Elettromagnetici che da anni è impegnata nel fare informazion su questi pericoli. Il perito nominato dal tribunale ha riconosciuto la validità delle posizioni presentate dai periti di parte e così il giudice ha riconosciuto il rapporto causa effetto tra tumore e uso professionale del cellulare. Per saperne di più si legga l’articolo sul Secolo XIX.

Clicca qui per avere 12 consigli su un uso responsabile del cellulare.

Clicca qui per scaricare dal Sito dell’Associazione di Consumatori di Bolzano una brochure sul rapporto tra cellulari e bambini.

Perché diventare sostenitore?

Sostieni le attività di AMICA, anche se non puoi dedicare del tempo al volontariato. Ricevi aggiornamenti via email su medici, ricerche e iniziative politiche. Sei invitato in anteprima ai nostri convegni e ai seminari formativi.
Partecipa, se vuoi, al Gruppo Google dei Sostenitori di AMICA per richiedere informazioni, scambiare consigli ed esperienze.