Alleanza Mondiale per un’Odontoiatria Senza Mercurio: compie due anni la rete delle associazioni impegnate per la messa al bando del mercurio dentale (amalgama)

0

Il prossimo appuntamento è convincere l’Unione Europea ad appoggiare la messa al bando dell’amalgama nel trattato vincolante del mercurio del Programma Ambientale delle Nazioni Unite

 Comunicato Stampa - Roma, 27 febbraio 2011

Due anni fa nasceva l’Alleanza Mondiale per un’Odontoiatria Senza Mercurio con lo scopo di preparare le associazioni al primo appuntamento dei negoziati per un trattato vincolante sul mercurio promossi dal Programma Ambientale delle Nazioni Unite (UNEP). Il primo negoziato si è tenuto, infatti, a Stoccolma nel giugno 2010.

Oggi fanno parte dell’Alleanza associazioni di cinque continenti che, nei successivi appuntamenti di negoziazione di questo trattato, hanno promosso posizioni cautelative volte a mettere fine una volta per tutte all’uso di un materiale potenzialmente pericoloso ed inquinante come il mercurio.

Secondo l’UNEP, l’uso dell’amalgama comporta un consumo globale di mercurio di circa 313-411 tonnellate l’anno e rappresenta, perciò, tra i maggiori consumi di questa sostanza inquinante al mondo.¹

Solo in Europa l’uso annuale di mercurio per otturazioni dentali era nel 2007 di 90-110 tonnellate. Si stima che questo mercurio finisca:

• 35-50 tonnellate nell’ambiente, il 45-60% del quale nel terreno (sepoltura di persone con amalgama, perdite di acqua contaminata nel terreno, caduta di polveri dall’atmosfera inquinata, etc.),

• 5-15% nell’atmosfera (con la cremazione, ecc),

• 10-20% nelle acqua superficiali e alla fine un 5-15% nelle acque profonde.

Poiché esistono materiali alternativi all’amalgama che sono sia efficaci sul piano terapeutico che economici, le associazioni dell’Alleanza ritengono che l’amalgama dentale debba essere vietata e che si debba stabilire un calendario preciso per farlo, sia a livello europeo, che a livello globale, in occasione del trattato UNEP.

Il lavoro dell’Alleanza ha trovato riscontri positivi, come l’importante adozione di una posizione a favore della riduzione e successiva eliminazione del mercurio odontoiatrico da parte degli Stati Uniti.

Il prossimo appuntamento è un incontro a Bruxelles tra le associazioni e i rappresentanti dell’Unione Europea.

AMICA ha appena scritto una nuova lettera al Ministro dell’Ambiente italiano affinché appoggi il divieto dell’amalgama sia a livello europeo che delle Nazioni Unite.

 ——————————-

¹ http://www.chem.unep.ch/mercury/Atmospheric_Emissions/Technical_background_report.pdf p.20

Share.

Leave A Reply