Lettera aperta sui limiti di esposizione ai campi elettromagnetici

0
AMICA ha sottoscritto una lettera insieme a diverse associazioni indirizzata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, al presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico e al presidente del Consiglio Mario Draghi, per chiedere di:
– mantenere invariati nell’immediato i limiti di esposizione della popolazione ai CEM/RF;
– ridurre nel breve periodo i livelli di esposizione ai CEM/RF poiché la popolazione è oggi esposta a valori che determinano effetti biologici non termici;
– riportare la misurazione su una media di 6 minuti, fondata sul dato biologico del tempo necessario a dissipare l’effetto termico, anziché sulla media del tutto arbitraria effettuata nelle 24 ore;
– sospendere, in base al Principio di Precauzione, l’implementazione del 5G o almeno l’impiego del beam forming, seguendo l’esempio della Svizzera.

Solide evidenze scientifiche, accolte anche da diversi pronunciamenti giuridici, sono alla base delle richieste delle associazioni.

Clicca qui per scaricare la lettera aperta sui limiti di esposizione ai CEM

Foto di Manolo Franco da Pixabay

 

Share.

Comments are closed.