Un esperimento sui topi conferma la Sensibilità Chimica Multipla (MCS) e la Sindrome dell’Edificio Malato (SBS)

0

Silvia K. Müller
CSN – Chemical Sensitivity Network, 22 Aprile 2008
Traduzione a cura di A.M.I.C.A.

Studi internazionali hanno dimostrato ripetutamente che circa il 15% della popolazione soffre di Sensibilità Chimica. Da questo deriva un danno economico dell’ordine di miliardi di euro. Tuttavia, le persone che riferiscono di ammalarsi con le sostanze chimiche di uso quotidiano o con le sostanze inquinanti degli ambienti indoor, spesso non vengono credute e il loro disturbi sono ridicolizzati e sempre più attribuiti alla psiche.

La moderna analisi sulle sostanze inquinanti, però, è in condizione di dare delle spiegazioni. Un laboratorio negli USA è in grado di verificare nei topi reazioni e sensibilità, dopo l’inalazione di sostanze inquinanti volatili degli ambienti indoor, simili a quelle note nelle persone con sensibilità chimica. Al contrario degli uomini agli animali da laboratorio non possono essere attribuite simulazioni.

I topi non richiedono soldi.

Il laboratorio Anderson è un rinomato laboratorio del Vermont negli USA, che da più di due decenni si è specializzato nell’analisi di sostanze inquinanti. Il laboratorio ha esaminato le cavie con un procedimento in doppio e triplo cieco per dimostrare che determinati campioni contenevano sostanze tossiche. Nelle cavie sono state osservate le reazioni che frequentemente riferiscono anche le persone. L’esperimento fatto dal laboratorio Anderson è stato garantito da procedimenti in doppio e triplo cieco e da riprese video. Un simile test spiega molto chiaramente come le esalazioni di una moquette possono far ammalare un impiegato e che quindi non si tratta di isteria.

Per fare questo un campione di moquette è stato chiuso in una teca di vetro dove si trovavano le cavie ed è stata soffiata dell’aria sopra. Nel contempo, sulle cavie sono state eseguite analisi sulle sostante inquinanti e non di rado le cavie sono addirittura morte. Una serie di tali esperimenti sugli animali può essere determinante per persone che hanno problemi olfattivi, dato che agli animali non si possono attribuire isterismi, mancanza di denaro, simulazione, ecc.

Le sostanze chimiche di uso quotidiano scatenano irritazioni polmonari e sensoriali

Il team del laboratorio Anderson riferisce che molti sintomi descritti nella Sensibilità Chimica e nella Sindrome dell’Edificio Malato assomigliano ai sintomi che notoriamente vengono causati da sostanze chimiche volatili irritanti. In particolare, nella Sensibilità Chimica Multipla, Sindrome dell’Edificio Malato e Irritazione Sensoriale avviene spesso irritazione degli occhi, del naso e della gola; nei casi di MCS e di irritazione polmonare spesso sono state osservate anche difficoltà respiratorie.

Articolo originale: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10416286

Share.

Leave A Reply