Due camere per malati ambientali in un ospedale di Amburgo

0
Dal CSN – Chemical Sensitivity Network
Traduzione a cura di A.M.I.C.A.

Nella clinica Agaplesion Diakonie Hospital di Amburgo sono disponibili da febbraio 2011 due stanze per le persone con MCS e poliallergie. Questo dopo che per molti anni i gruppi di sostegno locali si sono adoperati instancabilmente per integrare l’ospedale con un ambiente dove anche i malati ambientali potessero accedere. Le camere sono state preparate con grande cura; l’ospedale offre una camera doppia e una camera singola. Entrambe le camere sono collegate da un atrio e sono separate dagli altri reparti della clinica in modo che i pazienti sensibili non vengano a contatto con sostanze chimiche e profumi di altri pazienti. Le due camere sono state appositamente preparate per il trattamento dei pazienti nell’ambito medico offerto dalla clinica Agaplesion e, come precisa la clinica stessa, non si effettuano terapie per MCS o malattie ambientali, più precisamente si offrono trattamenti in ambito di:
  • Medicina Interna
  • Geriatria (geriatria)
  • Diabete
  • Chirurgia, Chirurgia della Mano, Chirurgia Plastica
  • Ginecologia, Ostetricia
  • Ortopedia
  • Anestesia, Terapia Intensiva
Le due camere sono state costruite con materiali per l’edilizia a basse emissioni di VOC per garantire ai pazienti ipersensibili una qualità dell’aria indoor povera di inquinanti.
Alcuni esempi di come sono state preparate le stanze:
  • Pareti e soffitti della linea Fermacell Green Line
  • Pareti esterne in calce
  • Pareti e soffitti dipinti con pittura a calce
  • Le camere sono dotate di un dispositivo di riscaldamento a parete
  • Il pavimento è realizzato con piastrelle di ceramica.
  • I serramenti sono isolati con la canapa
  • Le porte sono fatte di vetro
  • L’esposizione a campi elettromagnetici è stato ridotto
  • L’arredamento è fatto di metallo smaltato o acciaio inox
Il personale della clinica assicura al paziente le seguenti attenzioni:
  • Che si evitino prodotti profumati e dannosi nelle vicinanze del paziente.
  • Ai pazienti viene chiesto se hanno intolleranze alimentari, eventuali allergie a farmaci, disinfettanti, farmaci e anestetici.
  • Un dietista prende in considerazione le intolleranze alimentari dei pazienti
  • Il personale della clinica sta lavorando a stretto contatto con il gruppo di auto-aiuto “per le malattie ambientali, MCS + CFS”.
  • La pulizia dell’ambiente viene fatta con detergenti senza profumo, ma viene effettuata anche la disinfezione necessaria. Per neutralizzare gli odori che si possono verificare, al paziente viene offerto l’uso di microrganismi efficaci (EM 1).
  • Se è necessario si possono tenere piccole quantità di farmaci, così come il proprio cibo in un frigorifero. E’ disponibile anche un bollitore.
  • La biancheria dell’ospedale è senza profumo, ma è consentito portare la biancheria da casa.
Importante sottolineare per i pazienti ambientali ed i loro medici, è che la clinica Agaplesion è un ospedale e non clinica ambientale. Il personale della clinica è informato sulla MCS e sulle malattie ambientali, ma è necessaria la cooperazione tra il paziente e il personale della clinica. Se in un primo momento tutto non è soddisfacente per il paziente, si richiede proprio al paziente di contribuire con suggerimenti costruttivi per il miglioramento del funzionamento della struttura.
Importante, inoltre, per i pazienti con sensibilità chimica (MCS) è che la clinica comunque è una struttura nuova e per chi è iper-sensibile, inizialmente un soggiorno può essere ancora problematico per l’emissione dei materiali, nonostante la scelta accurata dei materiali.
Misure speciali per il beneficio dei pazienti
  • È necessario che i pazienti e i loro visitatori facciano uso di prodotti senza profumo e a basso contenuto di sostanze inquinanti.
  • L’uso di telefoni cellulari e fumo non sono ammessi in questa zona.
  • Vivere insieme richiede comprensione, rispetto e disponibilità di tutti i pazienti.

I malati di Sensibilità Chimica ringraziano per il loro impegno:

i gruppi di sostegno MCS ad Amburgo, che per anni hanno perseguito l’obiettivo di una “stanza per MCS in un ospedale”; i medici, i progettisti dell’ospedale, gli architetti e gli enti pubblici che sono stati coinvolti in questo progetto.
Share.

Leave A Reply